The Front Runner - Il Vizio del Potere

Titolo originale: The Front Runner

share

The Front Runner - Il Vizio del Potere è un film di genere drammatico, thriller del 2018, diretto da Jason Reitman, con Hugh Jackman e Vera Farmiga. Uscita al cinema il 21 febbraio 2019. Durata 113 minuti. Distribuito da Sony Pictures Italia/Warner Bros. Pictures Italia.

Poster
VOTO DEL PUBBLICO
Grazie del tuo voto
VOTO COMINGSOON
VALUTAZIONE

3.4 di 5 su 4 voti


TRAMA THE FRONT RUNNER - IL VIZIO DEL POTERE:

The Front Runner - Il Vizio del Potere, il film diretto da Jason Reitman, racconta la sfortunata vicenda del candidato democratico Gary Hart (Hugh Jackman) che nel 1988 fu costretto ad abbandonare la corsa alle elezioni presidenziali a causa di una relazione illecita con Donna Rice (Sara Paxton). Al suo posto vinse il ticket Michael Dukakis che, come sappiamo, fu sconfitto dal repubblicano George Bush.

Nella primavera del 1987, nelle fila del partito Democratico emerse un chiaro ed innegabile favorito nella corsa alla candidatura presidenziale: il Senatore del Colorado Gary Hart - il cui brillante e carismatico idealismo, oltre al puro fattore passionale, sembrava seriamente destinato alla massima carica della Casa Bianca, per scrivere un nuovo capitolo della storia americana. In aprile, Hart aveva creato il vuoto tra i suoi avversari. Tre settimane più tardi, dopo una spettacolare caduta in disgrazia, era fuori per sempre dalla corsa alle presidenziali.
The Front Runner esplora il momento della caduta improvvisa di Hart, come momento spartiacque della nazione. In questo singolare momento, il pubblico e il privato, politica e celebrità, giornalismo e gossip, nuove strutture di potere e vecchi squilibri di potere, ideali alti e difetti molto umani sembravano fondersi e combinarsi - disegnando un nuovo panorama tumultuoso con il quale tutti noi stiamo ancora facendo i conti.


PANORAMICA SU THE FRONT RUNNER - IL VIZIO DEL POTERE:

Il cinema civile americano ha una lunga tradizione, confermata con gioielli che hanno reso gli anni Settanta il decennio del cinema politico. Film che hanno cambiato la società, si sono imposti del dibattito e hanno denunciato le storture del sistema. Un filone nobile in cui si inserisce anche un autore liberal di idee progressiste come il californiano, di origine canadese, Jason Reitman. Lo fa andando a ripescare una storia ormai lontana del tempo, e da questa parte dell'oceano poco conosciuta, come quella di Gary Hart, uomo delle montagne del Colorado destinato a diventare la risposta democratica agli anni duramente conservatori di Ronald Reagan. Il comunismo era in crisi, in quella fine del 1988, il muro sarebbe crollato, e con sé l’Unione Sovietica, in pochissimo tempo, e sembrava essere l'inizio di una nuova epoca piena di speranza, segnata dalla fine della Guerra fredda e dell’accanimento nei confronti dei più deboli della presidenza Reagan.

Ma in pochi mesi tutto cambiò, uno scandalo sessuale che coinvolse uno stordito Hart lo eliminò dalla corsa per le primarie democratiche. Si diceva stordito, perché erano anni ancora non abituati all’utilizzo di vizi e virtù privati per uso politico. Non si era ancora abituati a sbirciare nella camera da letto, lo si era risparmiato a personaggi di grande popolarità come John F. Kennedy.
The Front Runner - Il Vizio del Potere racconta come un giornale locale come il Miami Herald si lanciò subito sulle tracce del possibile scandalo extra coniugale e come anche l'autorevole Washington Post del Watergate non si trattenne, dando il via definitivamente a un nuovo modo di seguire mediaticamente la politica.

Jason Reitman è il figlio del grande regista comico Ivan, canadese di origini slovacche autore di classici come Ghostbusters (e sequel), Dave - presidente per un giorno e I gemelli. Jason ha esordito nel 2005 con la commedia ad ampia dose di cinismo Thank Your for Smoking, confermandosi con il successo due anni dopo di Juno, che lanciò Ellen Page. Il suo film migliore, prima di The Front Runner, arriva probabilmente nel 2009 con Tra le nuvole, con George Clooney e Vera Farmiga in grande spolvero. In carriera, Reitman ha ottenuto quattro nomination agli Oscar.
Il film è l'adattamento del libro All the Truth is Out di Matt Bai, scritto dall'autore stesso, da Jason Reitman, e dall'ex addetto stampa di Hilary Clinton, Jay Carson.

È stato presentato in prima mondiale al Festival di Telluride, poi a Toronto, prima di uscire nelle sale americane a novembre, totalizzando un incasso deludente di soli 2 milioni di dollari.
Hugh Jackman ha ottenuto i maggior elogi dalla critica, che ha reagito in maniera non unanime al film, mentre Vera Farmiga nei panni della moglie del senatore Hart si è fatta valere. Nel cast anche J.K. Simmons, Oscar per il ruolo dell’insegnante terribile in Whiplash, Alfred Molina e Kevin Pollack.

CRITICA DI THE FRONT RUNNER - IL VIZIO DEL POTERE:

Jason Reitman torna a convincere con un ottimo esempio di cinema liberal, raccontando la parabola sfortunata di un politico che avrebbe potuto cambiare il mondo e l'America, se non fosse caduto in un peccato molto umano e banale. La fine dell'era reaganiana sembrava poter segnare l'inizio di quella del favorito per le elezioni presidenziali del 1988, Gary Hart. Ma in pochi mesi il favorito può cadere in disgrazia. Ritratto di anni in cui la complessità del discorso politico iniziò a lasciare spazio, nei media, alla curiosità per la vita privata, oltre che quella pubblica. Hugh Jackman ottimo protagonista di un film che va molto al di là della storia e degli anni che racconta. (Mauro Donzelli - dwbhmw.biz)
Leggi la recensione completa del film The Front Runner - Il Vizio del Potere.

CURIOSITÀ SU THE FRONT RUNNER - IL VIZIO DEL POTERE:

Tratto dal libro "All the Truth Is Out: The Week Politics Went Tabloid" del giornalista e sceneggiatore americano Matt Bai.

IL CAST DI THE FRONT RUNNER - IL VIZIO DEL POTERE:


  • MONTAGGIO:
  • MUSICHE:
  • PRODUZIONE: BRON Studios,Creative Wealth Media Finance, Right of Way Films

Lascia un Commento
Il Trailer Italiano Ufficiale del Film - HD
1333
Lascia un Commento